martedì 26 luglio 2011

torta con mousse al cioccolato

Che le feste a sorpresa per l'Habibi sono veramente complicate ci era già chiaro 5 anni fa..quello che ora ci chiediamo è perchè ogni volta ci ricaschiamo?!?!?! Per i miei sobri e lucidi amici, le feste a sorpresa sono meglio di una dose di cocaina e creano dipendenza al pari di essa...così quando l'Habibi ha annunciato che non avrebbe fatto la sua solita festa in pizzeria, le formiche si sono messe all'opera. L'idea partorita questa volta era semplice e di facile realizzazione, tralasciando gli intoppi : cena a sorpresa seguita da un giro su minimoto o cinema a seconda dal grado di grazia concessa delle nuvole che monopolizzavano il cielo. La difficoltà ce la siamo autocreata e il messaggio che mi è arrivato appena io e lui siamo saliti in macchina si commenta da solo:
 -Ale ritarda un pochino please...
Conoscendo i soggetti avevo già preso tempo nel prepararmi, procurando al festeggiato un'orchite storica e avrei volentieri battuto la testa sul parabrezza pur di elaborare qualche altra escamotage. Per fortuna mi si è improvvisamente accesa la lampadina e gli ho chiesto di fermarci al cinema a vedere che spettacoli facevano, con la scusa che era presto per mangiare, che io di solito mangio come le zie del sud...Proprio quando non sembrava aver nasato alcuna puzza di bruciato siamo ripartiti per trovare un parcheggio davanti alla pizzeria, dando per scontato che ormai gli amici si fossero già presi tutto il tempo che volevano per sedersi e aspettar..."toh chi c'e che passeggia di qua!" tira giù il finestrino e chiede alla coppia che cosa ci fa da quelle parti.. per fortuna erano gli unici a non aver dato spiegazione della loro assenza ad un sabato sera, mentre tutti gli altri nel pomeriggio si erano inventati le più svariate scuse..perciò all'andiamo a cenare in piazza, non sappiamo dove" l'Habibi non si è insospettito. Ciliegina sulla torta: mentre parcheggiavamo ho intravisto sulla strada degli altri amici che correvano verso la pizzeria e li avrei fucilati uno ad uno come un bravo cecchino, ma anche lì l'Habibi non se n'è accorto...Diciamo che dalla nostra avevamo la totale gnorraggine del festeggiato!! Ha fatto uno più uno soltanto quando siamo arrivati davanti alla pizzeria e ha inevitabilmente visto il gruppo che si dirigeva all'interno ma ormai la sorpresa era fatta! Dalla classica cena di coppia ci siamo ritrovati in una decina a passare un'allegra serata come non accadeva da tempo e mi pare che il festeggiato abbia apprezzato, sopratutto il giro in minimoto! Che proprio a mezzanotte abbia iniziato a diluviare questa è un'altra storia, ma almeno un locale nei paraggi ha gentilmente ospitato i pulcini fradici per il taglio della torta...gnam! Il tutto è finito come è cominciato: mangiando!

Ingredienti:
pan di spagna da 4 uova
300 gr mascarpone
200 gr panna montata
70 gr zucchero a velo
300 gr cioccolato fondente
due cucchiaini di caffè solubile
un cucchiaio di cacao in polvere

Preparate il pan di spagna e lasciatelo raffreddare. Nel frattempo preparate la bagna portando a bollore 150 gr di acqua con 100 gr di zucchero, un cucchiaio di cacao e un cucchiaino di caffè solubile.
Bagnate il pan di spagna e passate alla preparazione della mousse: sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente e amalgamatelo al mascarpone e alla panna montata con lo zucchero a velo. Attenzione che il cioccolato non sia troppo caldo poichè mescolandosi con il mascarpone e la panna, entrambi freddi, potrebbe solidificarsi immediatamente. A questo punto un cucchiaio di mousse l'ho mescolato al caffè solubile e con questa ho farcito i bignè. Con il resto della mousse si decora la torta utilizzando la bocchetta larga. La mousse lilla alle fragole l'ho utilizzata per ravvivare un po' il colore..

5 commenti:

  1. Che fortunella hanno i tuoi amici con te nella loro comitiva. Scommeto che organizzerebbero feste a ripetizione già sapendo chi si occuperà del dolce! Che golosa questa torta :D! Un bacione

    RispondiElimina
  2. Quanto sono belle le feste che inizano con la forchetta e ci finiscono pure! Mi sono divertita a leggere il tuo racconto immagino lui tutto tranquilloe tu con i goccioloni di sudore che ti uscivano anche da in mezzo alle dita dei piedi dal nervoso. La tua torta mi piace tantissimissimo, cioccolato e caffè come gusti li adoro. Un abbraccione

    RispondiElimina
  3. Cara ale..come si vede che fai la pasticcera..spero vivamente di riuscire nonostante i miei 40 anni sonati ad riuscire anch'io molto prima di poi..a diventare un aiutante..in pasticceria bacio bacio simmy

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. eh eh,che bella sorpresa gli avete fatto!!mannacci agli amici che per poco non si facevano scoprire,ma questo ha reso tutto ancor più simpatico :) complimenti per il dolce

    RispondiElimina