martedì 12 luglio 2011

torta alla frutta


La scorsa settimana mi è arrivato un invito da un amico per festeggiare il suo compleanno con un certo anticipo perchè poi sarebbe partito per la puglia, dove ha i parenti. Così ovviamente mi è stata commissionata una torta, ovvero, sono stati i miei amici a chiedermi di fargliene una per mostrargli quanto gli siamo devoti per averci offerto la sua piscina...aaahh la piscina!!Immaginare dell'acqua fresca dove poter fare le alghe con una birretta tra le mani (seppur analcolica) ti fa passare la settimana del bollino rosso con uno spirito migliore! Perchè ti svegli la mattina e vedi il termometro che segna già 24 gradi..."si va in piscina, si va in piscina".. poi passano le 10 e sai che non lo vedrai schiodarsi dai 35 fino alle 8 di sera, cosi tra una boccata di umido e una di smog rarefatto si boccheggia un altro incoraggiante "si va in piscina, si va in piscina".
Il giorno della festa mi faccio coraggio e accendo il forno a mattina presto, ma con lo spegnimento automatico sulla soglia dei 20 min, poichè penso che il pan di spagna in quel tempo dev'essere assolutamente cotto sennò basta lasciarlo sulla finestra al sole di mezzodì che si finisce di cuocere da solo.....ma fortunatamente si cuoce in fretta e quando lo estraggo è perfettamente asciutto, non mi resta che farcirlo. Ho escluso il cioccolato perchè mi ricordavo che non piacesse al festeggiato e ho desistito a pensare alle farce super, che tanto piacciono ai miei amici, perchè sapevo che quell'anima lodevole aveva appena finito una dieta ipocalorica iperproteica in vista dell'estate...cosa mi è rimasta?! la frutta! Confesso che ho un debole per le torte di frutta. Sarà la fantasia che la frutta scatena, quell'accostamento di colori e sapori così diverso in base alla stagione che mi fa divertire proprio tanto a metterci le mani, ma di più la testa. Mettere tra i denti una fetta di torta cosi leggera, fresca e multigusto mi rende orgogliosa anche solo di aver pensato a lei! Così non ho resistito a fare una moltiplicazione dei pani (di spagna) che me ne ha fatte risultare due: una per la festa e una per la colazione. Non avendo voglia di una crema particolarmente pesante come la pasticcera, ho optato per una mousse alle fragole che ben si sposava con il resto della frutta estiva ottenendo un effetto ancora più soft. Al festeggiato è ai festeggianti pare sia piaciuta parecchio,complice la fame, poichè ci siamo ritrovati a uscire dalla piscina per mangiare soltanto a mezzanotte pur di aspettare che tirasse un po' di brezza.

Ingredienti (per due torte alla frutta da 24 cm):
pan di spagna
frutta fresca a scelta
bagna alla melissa
125 gr fragole
75 gr "Dolceneve" Paneangeli
gelatina al limone qb

Preparate il pan di spagna, foderate con carta oleata uno stampo da 24 cm di diametro e versate il composto. Cuocete a 180 ° C per 20 min. Sformate il pan di spagna, lasciate raffreddare e poi tagliatelo a metà.
Preparate la bagna e lasciatela raffreddare a temperatura ambiente.
Per la mousse frullate le fragole, aggiungete  la "Dolceneve" e montate fino a che la mousse sarà soda e vaporosa. Passate ad assemblare il dolce: bagnate i due pan di spagna, spalmate la mousse e decorate le due torte con la frutta fresca. Attenzione a non eccedere con la frutta, potrebbe risultare brutta a vedersi, poco simpatica al taglio e pesante nello stomaco! C'e chi segue i cerchi concentrici, ma io trovo che disporre la frutta in modo asimmetrico abbia un maggiore impatto visivo...
Lucidate con la gelatina che oltre a ravvivare il colore della frutta è un ottimo conservante.
Ps : notate le ciliegie, sono denocciolate!!!!

3 commenti:

  1. Anch'io ho un debole per le crostate di frutta, soprattutto in estate quando la varietà è tanta ed i colori mettono allegria. Ma una torta così splendida non l'avevo davvero mai vista. Ale è un capolavoro. A me sarebbe dispiaciuto tagliarla, GIURO(!) tanto è bella quella decorazione "fruttosa". Complimenti, un bacione

    RispondiElimina
  2. I dolci alla frutta permettono di esprimere tanta creatività, è un pò come giocare con i pennelli su una tela tanti sono i colori della frutta e come tele ecco un bel pan di spagna che secondo me si sarebbe cotto alla perfezione anche senza l'uso del forno, potevi metterlo sul davanzale magari con quei pannelli riflettenti che si usavano anni fa per intensificare l'abbronzatura. La tua decorazione è stupenda dimostra tutta la passione che hai. Baci

    RispondiElimina
  3. Di questo periodo i dolci alla frutta sono tra i miei preferiti, golosi e non troppo pesanti!!! Complimenti per la fantasia nella decorazione finale!!! :)

    RispondiElimina