giovedì 7 luglio 2011

Sono stata un poco impegnata, e sta volta dico la verità...Ci sono stati tre eventi che mi hanno rubato il tempo per scrivere e aggiornare questo blog. Del resto sono stati tutti molto importanti, l'ultimo più di tutti :

Il campeggio sull'isola d'elba è andato meglio di quanto credessi. Io, da dicembrina, non ho mai adorato l'estate, l'Habibi invece non sopporta la noia della spiaggia, così abbiamo sempre preferito mete sopra i 1000 metri ma dopo sette estati insieme ci sembrava d'obbligo tentare almeno un approdo marittimo..Ci siamo arenati sul golfo di Lacona, nella parte sud, armati di tutto quello che un avventuriero in tenda dovrebbe avere, anzi eravamo più dei camperisti senza camper. Perchè anche li la sua differenza c'è e si vede. Per il soggetto da tenda il telo di poliestere sulla testa basta e avanza; il camperista invece non può farsi mancare il fornello elettrico esterno, il barbecue, la tanica d'acqua per evitare dispendiosi pellegrinaggi verso i bagni pubblici, la solar shower per una doccia calda all'aperto, il tavolo, tanti sdrai, l'amaca, il filo da stendere i panni, la batteria di pentole e ovviamente tutto questo si moltiplica in base ai metri del camper perchè le attrezzature di serie, quali un letto semicomodo con un vero materasso, il bagno privato e la corrente elettrica, non bastano. Come conosco tutti questi gadget?! Dico solo che noi eravamo in due, la tenda era da quattro posti letto e io ho avuto un'infanzia da allegrissima piccola campeggiatrice su camper! Stiamo già preparando una station wagon per la prossima volta. Ebbene si, l'uomo del "se non è 3 stelle non ci vengo" ha annunciato che quest'estate faremo il bis! 
Al ritorno siamo stati catturati dagli amici ad una delle solite grigliate condite da musica dal vivo nel giardino di casa, tanto per rintronarci un poco, dato che il giorno dopo avremmo avuto il matrimonio della sorella dell'Habibi. Mi ero così persa nella preparazione del regalo per gli sposi che avevo completamente dimenticato la tanto decantata magnificenza dei matrimoni musulmani, così la mancanza di un training autogeno ha fatto si che a metà del pranzo-cena (circa le 17) il mio sguardo fosse simile a quello della sogliola grigliata che avevo nel piatto...Ecco, per il regalo io aprirei una parentesi lunghissima e inca*tissima sulle mie peripezie nel realizzare quello che elabora la mia mente, perchè con tutti i negozi che ha una città da 135 mila abitanti ca. non trovo mai quello che cerco. I casi qui sono due: o sono io che le penso davvero male o i negozi sono poveri di fantasia. Ma penso che sussista più quest'ultimo problema perchè alla fine il risultato sperato l'ho avuto: una torta a tre piani fatta di scatole con all'interno tutti gli attrezzi indispensabili per addolcire la convivenza a due. Ogni mattarello, stampo, scartino, bilancia, frustino e quant'altro aveva un bigliettino a doppio senso: spiegava la funzione dell'utensile all'interno dell'arte pasticcera e dispensava sottili avvertimenti per intraprendere una piacevole vita a due. Purtroppo non sono riuscita a farle una foto io perchè appena l'ho terminata l'ho subito recapitata a casa della cognata, con un ritardo di 4 giorni sul manuale del galateo (datemi una piccola bacchettata sulle mani please!!) che prevede la consegna dei regali con una settimana di anticipo, in modo che i futuri sposi possano 'gustarseli' in tranquillità.  Così questa foto è stata rubata al cognato, che era presente all'apertura delle scatole e mi ha potuto raccontare senza veli le impressioni degli sposi...

Presto tornerò con una vera ricetta di una freschissima torta di...frutta!

3 commenti:

  1. hai avuto una bellissima idea come regalo, hai quatto un qualcosa di utile e spiritoso al tempo stesso, magari tutti i regali fossero così. Aspetto con ansia la tua torta di frutta, sarà di sicuro un capolavoro, baciotti

    RispondiElimina
  2. L’idea del regalo è originalissima e deliziosa. Io ci sarei andata a nozze...tanto epr restare in tema :))))) Comunque è normale, quando cercho una cosa sta pur sicura che non la trovi. Compare miracolosamente quando non en hai più bisogno: è la dura legge di Murphy!!!
    Aspetto curiosissima la tua torta di frutta, un bacione

    RispondiElimina
  3. che bella questa idea regalo! davvero particolare! :)
    i dolci di laura

    RispondiElimina