venerdì 30 luglio 2010

crostata alla crema di limone

chiuso per ferie
questa è la frase che vorrei leggere ovunque ma per in momento in stand by c'è solo il mio cervello...purtroppo col caldo io vado in letargo, passerei le giornate a dormire, e il più delle volte lo faccio (per lo meno il pomeriggio) perchè il dispendio di energie mi sembra triplicato e la voglia di fare qualsiasi cosa è pari a zero, persino scrivere è davvero faticoso! I dolci però vengono prodotti costantemente, almeno in laboratorio, a casa è un po' più difficile mantenere il ritmo invernale, a causa anche della fornace che si creerebbe accendendo forno e fornelli. Ma per i compleanni le eccezioni si possono fare e allora via libera ad una crostata alla crema profumata al limone per rinfrescare il palato arso e deliziare lo stomaco in digestione. Questa è nata proprio per chiudere in dolcezza la cena di compleanno del mio Habibi e nonostante l'arrrivo in tavola sia stato un po' travagliato (inizialmente per ottenere l'effetto sorpresa, poi per la scarsa competenza dei camerieri) la sua permanenza in loco è stata veramente breve, non c'e stato nulla da fare neanche per la solitaria fetta d'esubero, che è stata subito accalappiata per un 'timido' bis.

Ingredienti:
pasta frolla:
300 g farina
150 g burro
100 g zucchero
1 uovo intero
scorza di un limone bio
un cucchiaio di vanillina
un cucchiaino di lievito o bicarbonato

crema al limone:
1 litro di latte
5 tuorli
300 g zucchero
100 gr farina
scorza di un limone
un cucchiaio di vanillina
una cestina di lamponi freschi

preparate la pasta frolla come di consueto: versate la farina sulla spianatoia, aggiungete il burro a pezzi, lo zucchero, l'uovo al centro, un pizzico di sale e il lievito/bicarbonato. Amalgamate gli ingredienti con le mani e formate una palla. Lasciate riposare in frigo e passate alla preparazione della crema.
Montate i tuorli con lo zucchero e quando saranno belli chiari e spumosi aggiungete la farina. Fate bollire il latte con le scorze di limone grattugiate e versate il composto di tuorli-zucchero e farina. Mescolate energicamente e fatebollire per 5-6 minuti, fino a quando non la vedrete liscia e omogenea. Aggiungete la vanillina e spegnete la fiamma. Lasciate raffreddare un po' la crema, nel frattempo stendete la pasta frolla in un disco che ricopra una tortiera da 28 o 30 cm di diametro. Tenete da parte un pezzetto di frolla per stampare i dischetti da mettere intorno alla superficie. Mettete la crema nella sac à poche e formate dei ciuffi sul disco di frolla partendo dalla circonferenza esterna. Stampate dei cuoricini e diponeteli intorno alla superficie leggermente sovrapposti. Cuocete la crostata per 30 min circa a 180 ° C e una volta raffreddata disponete nel centro i lamponi freschi. Ricoprite il tutto con un velo leggero di gelatina.
Purtroppo non ho avuto tempo di farle molte foto..ero più concentrata sul festeggiato,giustamente!

giovedì 1 luglio 2010

torta con mousse al limone

plin, sms seguito da risata
"beh chi é?"- i nostri soliti amici buffoni...penso...
"una mia collega"
"...unA collegA?ga-ga-a?..strano, pensavo avessi solo colleghi uomini!"
'"eh infatti lei l'ho conosciuta ora, eppure è lì da quando ci sono anche io!" -ah beh allora non è tutta sta bellezza..di solito quando gli uomini vedono una faccia carina attaccata a un corpo con qualcosa che sporge anteriormente e posteriormente non la fanno passare inosservata...
bene bene..."
"e poi ha la mia età!" -bene, è strano che ci sia qualcuno di così giovane lì dentro, vabbè, meglio così, un'amica in più con la quale parlare...

una settimana dopo:
"plin"
"....bel moro dagli occhi azzurri......mio meccanico preferito........bla bla.." eh!?!?!?!?!?!?
"ma è riferito a te?!? eppure sei castano con gli occhi verdi..è pure daltonica oltre che sfacciata! ma chi é? che fa nella vita?che vuole da te?"
'"massssì, è un modo di dire...è una casa e chiesa, sta con un tizio conosciuto 2 anni fa in chiesa, mi par di aver capito che sia pure storpio poverino..."
'"ah vabbè, quanta confidenza!dille che comunque queste cose le vada a scrivere al suo 'tizio' e che porti un po' più di rispetto per lui e per me...e stai attento che mi sembra una gatta morta..."

un mese dopo:
'"plin'"...." aahh cheppalle ancora lei!sta diventando ossessionante!"
'"chi?!la tua collega?!come si sono evolute le cose poi?le hai riferito quello che ti ho detto?"
'"è una settimana che mi stressa.."
"e me lo dici solo ora...vabbè..che vuole?"
" uscire con me..mi ha scritto che mi dava due possibilità: una sta sera e una giovedi"
"cosa!?!?!?!?!?!fammi leggere subito!!!!... ma sta qui è 'svarionata'!"
'"ma le ho scritto che sono impegnato, sempre.."- ah beh ovvio, sta settimana che fa i turni di pomeriggio è già tanto che ci vediamo un'ora al giorno, figurati se la deve perdere con quella li....
ma scusa, quale parte dell'accompagnato non ha capito?5 anni non sono un 'appena conosciuta, mi sto impegnando' ma ' ho scelto lei e ci sto bene'...e poi non sta ancora con quel ragazzo conosciuto in chiesa?! aaahhh, si capiva già tutto dal 'moro dagli occhi azzuri' che oltre ad essere daltonica è pure una pantofola, di quelle belle sporche e puzzolenti anche!!!'
" io pensavo stesse giocando..e invece..."  il mio pover'uomo ingenuo e innocente...
" però te l'avevo detto di stare attento, un po' di confidenza potevi anche risparmiarla!ma in che modo ti ha tampinato in sta settimana? " -sti uomini giocherelloni, ovvio che la colpa è anche sua che l'ha illusa, la credulona!
 "plin" un altro messaggio..." bla bla bla..usciamo....o hai paura delle conseguenze?"
" conseguenze?!?!?!?!?!??dammi il cellulare che quella che deve avere paura delle conseguenze è lei!!"
" tranquilla, risolvo io(bah..frase classica)... comunque si...mi ha fatto varie proposte...anche di fare la doccia insieme....."
"EEEEEEHHHHHH!?!??!?!?!?!ma che film si è guardata sta svergognata senza pudore ne rispetto?!?come-si-permette?!ma poi come te l'ha chiesto?!che le hai risposto?
"mi ha chiesto gli orari che avrei fatto sta settimana e sapendo dei pomeriggi ha proposto sta cosa..all'inizio pensavo scherzasse e ci ho riso su...poi ovvio che le ho fatto intendere che non se ne parla..." ma non se ne parla proprio!quest'idea non le doveva passare neanche per l'anticamera del cervello!!!! ah lo sapevo che ci stava giocando con sta qui...uomini...donne...bah!a volte mi sembra di essere un'aliena....
" ti dò 24 ore per risolvere la cosa, sennò intervengo io.........anzi intervengo io comunque! "
purtroppo stronzi si nasce, non lo si diventa e io sono troppo buona...

un mio collega (si, è diventato un affare di stato, nessuno ne è all'oscuro..) è già pronto con l'ascia in mano...ha detto che interverrà anche lui, e perchè no, magari per saziare anche la sua ignobile fame......nel frattempo ieri mattina mi aggiravo per il laboratorio con la grazia di uno scaricatore di porti e borbottando come una pentola a pressione...ma un lato positivo c'è sempre in tutto: la crema, con tutti quei giri di mestolo che le ho dato, è venuta perfetta come non mai!

Vi lascio un dolcino che ho fatto per la grigliata che io e i miei amici (eravamo in 26!!!) abbiamo fatto sabato scorso a casa di un amico...prevedendo una cena veramente pesante ho pensato a qualcosa che sturasse lo stomaco ingombro di carne alla griglia, crocchette di pollo, spiedi,  patatine fritte e verdure varie...si insomma, una mousse al limone era perfetta! Come praticamente tutte le mie mousse, anche questa ha come base il mascarpone...immagino le vostre facce, le stesse dei miei amici quando han scoperto cosa stavano ingurgitando di gusto, e non avete tutti i torti, ma il mascarpone è più indicato della panna , la quale con il limone diventa insopportabilmente acida e poco digeribile.

Ingredienti (per 15 porzioni, io ho dovuto raddoppiare le dosi per i miei anatroccoli, ottenendo due teglie di quelle in foto!!!)
250 gr mascarpone
30 gr di 'dolceneve Paneangeli' o un foglio di colla di pesce ammollato o un cucchiaino di agar agar (scegliete l'addensante che preferite, io per motivi religiosi utilizzo il primo)
2 limoni belli succosi
50 gr zucchero a velo
savoiardi qb 
400 gr zucchero semolato
550 gr acqua
una manciata di foglie di melissa

Fate uno sciroppo con l'acqua, lo zucchero semolato e le foglie di melissa lasciando sobbollire il tutto a fiamma bassa per 10 min . Quando sarà freddo immergete velocemente ed uno ad uno i savoiardi, poi disponeteli nella teglia prescelta.
Preparate la mousse spremendo i limoni. Al succo ottenuto mescolate la dolceneve e montate con una frusta elettrica. Nel caso in cui utilizziate la colla di pesce o l'agar agar vi basterà mescolare col cucchiaio facendo attenzione che non si formino grumi. Aggiungete lo zucchero a velo e il mascarpone e montate con le fruste per un minuto circa. Spalmate metà composto sui savoiardi imbevuti poi fate un nuovo strato di savoiardi e completate con la mousse. Potete decorare il bordo con la buccia dei limoni (bio) e la superficie con fragole e more, frutti che con il limone sono perfetti!