martedì 30 marzo 2010

Mi dispiace ma oggi niente creazioni, solo dolci chiacchere poichè ho preso il virus intestinale e non mi sembra giusto mettermi ai fornelli rischiando di far ammalare i miei commensali, anche se è un po' che desidero una bella torta soffice soffice..sarà per la prossima! Intanto oggi vorrei scrivervi di quanto sia utile far pasticciare i bambini in cucina! Era un'idea che avevo già radicata da tempo ma ora sono riuscita a metterla in pratica e devo dirvi che è davvero divertente e costruttivo! Ieri ho passato la giornata con i miei cuginetti; uno di 6 anni e l'altra di quasi 9 . Dopo averli intrattenuti con disegni, pennarelli, tempere e decorazioni pasquali ho deciso di accontentare la loro richiesta di fare 'una torta' con me. A dir la verità ho optato per la creazione di biscotti semplicissimi di pasta frolla simili a questi proprio perchè sapevo che avrei ottenuto un maggior coinvolgomento da parte di entrambi in quanto una torta è molto più complicata, ci vuole una lavorazione curata, delle dosi precise, una cottura più lunga e alla fine ero sicura che avrei finito per fare tutto io rischiando di deluderli e annoiarli. Dopo un piccolo litigio derivato dalla suddivisione dei rispettivi compiti (entrambi volevano mettere 'le uove'), hanno impastato il tutto con le loro mani. Cosa c'e di più soddisfacente per un bambino che poter assaggiare una propria creazione nata mescolando ingredienti come i maghi dei loro cartoni animati?! Devo dirvi che il risultato è stato più che soddisfacente, tant'è che quando sono rientrati i miei zii era già stata sbaffata una teglia!
Non avendo poi delle forme per biscotti hanno dovuto sbizzarrire la loro fantasia armandosi di coltellini arrotondati e bicchieri ma sopratutto delle loro mani. Sinceramente la più grandicella ha sempre mostrato una leggera carenza di fantasia ma alla fine ce l'abbiamo fatta e l'idea di fare dei biscotti con la loro impronta delle mani è uscita proprio dalla sua mente! Quindi non è giusto dire che alcuni bambini non hanno fantasia, certo c'e chi l'ha più spiccata, basta solo mettergli di fronte degli spunti e loro elaboreranno un'idea tutta loro...Farli creare del cibo con le loro mani è solo tanto di guadagnato, tant'è che quando mio zio è tornato, e ha domandato se avessero imparato come si fanno i biscotti, il più piccolo ha subito risposto "si!farina, zucchero, burro e uove!' e questa è la dimostrazione che non è mai presto per fargli scoprire qualcosa di nuovo, perchè loro se la stampano nella mente meglio di un adulto.
Quindi, se non l'avete ancora fatto, correte in cucina a farvi aiutare dai piccoli-grandi uomini, coinvolgeteli in attività creative e loro si sentiranno importanti, soddisfatti e svilupperanno una cosa importantissima: la fantasia.

4 commenti:

  1. Dev'essere stato un pomeriggio intenso! Immagino la cucina...campo di battaglia?!?!?!? In genere non sono molto paziente ma credo che mi sarei divertita un mondo nella stessa situazione. Ora però tu che ti becchi il virus intestinale...che scherzi giochi bellezza?!?!? Dai forza, guarisci in fretta...urge ricettina golosa ;) Un bacione

    RispondiElimina
  2. mi hai fatto venire voglia di cucinareeeeee grande aleeeeeeeeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
  3. @ grazie Fede, mi sto rimettendo dai!prestissimo mi metterò al lavoro!comunque i miei piccoli cuginetti sono stati davvero bravi, sono riusciti a non sporcarre praticamente niente!
    @ leonardo: dai Leoo!!ma a quanto ricordo la Milvia mi aveva detto che tu ci sei in cucina quando c'e lei ai fornelli..non potresti avere una maestrachef migliore!

    RispondiElimina