mercoledì 17 febbraio 2010

torta di mele della nonna

Ecco che è iniziato il periodo che porta lentamente alla 'morte' dei golosi come me ma fortunatamente alla Sua resurrezione. Beh io una fettina di torta alla mattina non posso farmela mancare, fin ora sarò stata peccatrice ma allora continuerò ad esserlo, e il motivo lo sapete (le famose merendine confezionate....) Quindi anche questa mattina sul tavolo della colazione non poteva che esserci la torta di mele! Sinceramente non è il mio cake preferito poichè le mele ,si sa, rendono l'impasto un po' troppo umidiccio e appiccicaticcio e io non mi sono mai spinta oltre ad una fettina sottile come un dito. Finchè un giorno mia nonna mi ha fatto assaggiare questa e tutta contenta mi ha detto che era merito della panna!(il punto esclamativo è per il suo enfasi...). Inizialmente non credevo fosse per quello, mi sembrava un po' banale, pensavo che avesse messo qualche ingrediente segreto che dovesse rimanere sconosciuto ai più...poi un giorno mi ha passato uno dei suoi notes dove appunta le ricette (sono uguali ai miei!) e non ho resistito alla tentazione di trascriverla. Così mi è bastato vedere 'schivate' (ma anche 'schifate') due povere mele per veder realizzata la ricetta clandestina...e ho dovuto dar ragione a mia nonna: è la panna! ah fantastico ingrediente che rende le torte di mele soffici!

Ingredienti:
250 gr farina
250 gr zucchero
250 gr panna liquida (quella da montare che però non dovrà esser montata)
3 uova
scorza di mezzo limone
una bustina di lievito
amaretti
2 mele (fate vobis , io ho 'scelto' le delicious)
due cucchiai di alchermes (o liquore misto per dolci)

Tagliate le mele a quadratini di un centimetro e lasciate un paio di fettine intere per la superficie. Versate l'alchermes (evita che si ossidino, si colorano di un rosso tenue ma non diventano alcoliche!) e passate alla preparazione dell'impasto.

Sbattete le uova con lo zucchero, unite la panna e la scorza di limone. Amalgamate delicatamente la farina , il lievito e infine i piccoli pezzetti di mele. Sbriciolate un paio di amaretti sul fondo di una tortiera (la mia sta volta era rettangolare ) e versate il composto. Decorate la superficie con le mele e a piacere spolverizzatele con un po' di zucchero semolato in modo che in forno formino una crosticina caramellata. Cuocete per circa 30 min a 180° C  e mangiatela subito!



5 commenti:

  1. Io adoro invece le torte di mele, sono in assoluto le mie preferite, soprattutto quando sono belle ricche di frutta e rimangono umide, quasi cremose. Però ti dò ragione sulla panna: la ciambella alla panna è veramente soffice e buonissima. Proverò la tua versione con le mele. Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. che meraviglia!! io adooooro le torte di mele!!! proverò questa versione con la panna...curiosissima ! complimenti a te e alla nonna ! un bacio !

    RispondiElimina
  3. Ehm mi pare di capire che sono l'unica che ha problemi con le torte di mele...beh allora se vi piace proprio non potete farvi mancare questa variante!sappiatemi dire!baci a entrambe..

    RispondiElimina
  4. Le torte di mele sono nell'immaginario collettivo, a mio modesto parere, un docle coccola legata all'infanzia...in quasi tutte le famiglie c'è una mamma , nonna o zia che sforna queste meraviglie.
    N e esiston molte versioni..la mia è un po' differente ma archivio nella mia memoria anche la tua se posso..

    RispondiElimina
  5. Certo Paolo, archiviala pure!e benvenuto nel blog!

    RispondiElimina