martedì 16 febbraio 2010

cremini o crema fritta e crostoli al forno

 



Fino a ieri sera non mi ero ancora resa conto che l'indomani sarebbe stato martedi grasso. A dire il vero ho dovuto fare anche una piccola ricerca su google per averne la conferma, dato che non ci credevo del tutto..mi sembra strano tutt'ora..uff ma perchè non fissano una data valida per ogni anno!?!??!!?!?!? 'mistero della fede'...vabbè, fatto sta che ho subito pensato che oggi mi sarei dovuta rimboccare le maniche e per saziare un po' la voglia di fritto ,senza esagerare, mi è venuta in mente la crema fritta. E' un dolce che pochi conoscono, io per esempio gli ho scoperti un mese fa quando stimolata dai racconti di mio padre circa quelli che faceva sua nonna, ho voluto provarli .Sinceramente il risultato non è stato decretato soddisfacente: crema troppo morbida, fritto troppo unto, forma un po' strana e chi più ne ha più ne metta..così oggi ho voluto fare un po' di testa mia , la ricetta l'ho solo sbirciata e al suo posto ho fatto appello alla mia esperienza. Il risultato lo vedete anche voi: crema solida, forma quadrata nei limiti della norma, esterno croccante e niente olio all'interno!Che dirvi di più? dovete solo provarli...
Poi ho anche pensato di fare un paio di crostoli o zeppole o frappe o come volete chiamarli, però non avevo abbastanza olio per friggerli. Poco male, ho pensato, al forno non verranno tutti belli ripieni di bollicine superficiali, non saranno così friabili ma almeno saranno sicuramente più salubri!Così ho sfornato queste sfogliette che come sapore assomigliano all'originale ma sono più burrosi quindi come fragranza si avvicinano ai biscotti.Dunque sono un'ottima alternativa per chi non piace friggere o per chi non digerisce il fritto o per cause di forza maggiore ,come in questo caso!
Non mi resta altro che augurarvi di riempirvi per bene la panza!

Ingredienti per i cremini/crema fritta:
un uovo intero
un tuorlo
25 gr zucchero
50 gr farina
250 ml latte
scorza grattugiata di un limone
una fialetta di vaniglia (o la stecca)
per la panatura:
6 cucchiai circa di pangrattato
un uovo

In una casseruola montate le uova con lo zucchero e nel frattempo a parte scaldate il latte con la vaniglia e la scorza del limone. Quando il composto di zucchero e uova sarà diventato bello chiaro e spumoso aggiungete la farina e sempre mescolando versatevi il latte poco alla volta. Portate a bollore la crema per un paio di minuti. Ne risulterà una crema molto densa che dovrete stendere su una teglia quadrata leggermente bagnata d'acqua (se è antiaderente l'acqua non serve). Livellate bene la superficie e lasciatela raffreddare per una mezz'ora. Tagliate la crema in piccoli tocchettini di 2 o 3 cm, passateli nell'uovo sbattuto , poi nel pangrattato e infine friggeteli in abbondante olio caldo. Lasciate asciugare su della carta assorbente e spolverizzate di zucchero a velo.

Ingredienti per i crostoli:
250 gr farina 00
50 gr burro
3 cucchiai di zucchero
un uovo
un cucchiaio di marsala
un pizzico di sale

Su una spianatoia versate tutti gli ingredienti e fate una dalla dalla consistenza leggermente più dura della pasta frolla quindi lasciatela riposare in frigo per un'oretta. Stendete la pasta abbastanza sottile aiutandovi con la tirasfoglia o con un mattarello,tagliatela  a rombi belli grandi e cuocete per circa 10 minuti a 180° C. Una volta cotti se volete potete spezzettarli maggiormente. Spolverizzate di zucchero a velo e servite!

5 commenti:

  1. Che bei ricordi che mi hai richiamato con la crema fritta :) Era quasi appuntamento fisso quando da piccola andavo a trovare mia zia ed era l'unico dolce di cui ero ghiotta. E insieme trovavo anche i cremini di latte, deliziosi! Sono secoli che li assaggio. Un bacione :**

    RispondiElimina
  2. Conosco questo dolce, ma non lo mangio da almeno dieci anni...mi hai fatto venire voglia !

    RispondiElimina
  3. @ Fede ma tu non sei toscana?!è arrivata fin li?!pensavo fosse una 'specialità' emiliana...wow..che magnifico potenziale che hanno i dolci!io però i cremini di latte non li ho mai sentiti,mi hai fatto venir voglia, non è che hai una ricettina?thx
    @ Stefania, ma tu di dove sei(di origini)? Roma giusto?!

    RispondiElimina
  4. sono toscana d'adozione ma di origine sono abruzzese. provo a chiedere a mia zia e ti faccio sapere, chissà che non li faccia anch'io per la prima volta. baci

    RispondiElimina
  5. L'idea della crema fritta mi ha sempre attirata, deve essere una bomba calorica, ma se me la trovassi davanti non la rifiuterei mai, ^^
    deve essere una bontà!!!

    RispondiElimina