sabato 28 novembre 2009

torta tenerina


Non commettete l'errore di giudicare questa torta in base a come si presenta!è un dolce tradizionale della mia città e le pasticcerie la fanno in grandi teglie rettangolari per poi tagliarla a quadrucci ma si presta bene anche come torta di compleanno se decorata con qualche sigaro di cioccolato o con una bella scritta di auguri perchè il suo successo è sempre assicurato! Infatti piace molto ai 'gourmet du chocolat' per la sua alta percentuale di cioccolato fondente. Ma sopratutto la sua caratteristica principale è il sorprendente contrasto tra la crosticina esterna e il morbido interno che la rende gradevole e gustosa a tal punto da richiedere il bis! Le sue caratteristiche però non finiscono qui. Vi posso assicurare che questa torta resiste per lunghissimi tragitti, forse a causa della sua fattezza già un po' bruttina ma penso maggiormente per la sua compattezza. La prova è stata superata in un viaggio ferrara-riccione su un interregionale che ad ogni stazione, persino la più ignorata dal resto della terra, si fermava bruscamente facendomi temere il peggio per la mia piccola 'opera'. Ve la consiglio caldamente anche per un bellissimo tè pomeridiano in compagnia. Io questa (ringrazio la dolcissima collaborazione del mio Habibi) l'ho adoperata proprio così!

Ingredienti:
200 gr cioccolato fondente
100 gr burro
200 gr zucchero
3 uova
4 cucchiai di farina
2 cucciai di latte

Sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente con il burro finchè non risulta ben amalgamato e lucido. Togliete dal fuoco e unite lo zucchero mescolando bene. Quando il composto risulterà liscio aggiungete i tuorli d'uova uno alla volta tenendo da parte gli albumi. Attenzione però che il composto di cioccolato-burro-zucchero non sia caldo sennò le uova potrebbero 'cuocersi'. Unite poi due cucchiai di farina e uno di latte,mescolando bene e aggiungete altri 2 cucchiai di farina e uno di latte. Montate gli albumi a neve con un pizzico di sale e inglobatela al composto facendo attenzione che le chiare non si smontino.
Cuocere nel forno a 180 gradi per 25 minuti circa. Inserendo uno stecchino di prova la crosta deve risultare ben asciutta e sfaldarsi al contatto con questo mentre l'interno dev'essere un po' umidiccio. E' buonissima anche appena sfornata!

3 commenti:

  1. Giovi tuo cuginetto = GioviAle21 marzo 2010 09:38

    Ciao Ale!!
    Sono tuo cugino Giovi.. :)
    COMPLIMENTI DAVVERO PER IL BLOG.. STUPENDO DAVVERO!! cavolo ma quante ricette hai messo?!?! brava bravissima!! anche la grafica del sito è molto bella!
    però devo farti un appunto.. cosa menca?? LA SACKER.. EH!!! Però sono sicuro che la metterai!
    Bravaaaaaaaaaaaaaaa!

    RispondiElimina
  2. @ Giovi: grazie di aver commentato!e quanti complimenti poi!grazie grazie mio cuginetto gioviale!immaginavo che avessi scritto qui sulla tenerina, quante te ne ho fatte di queste?!a partire da quella per il tuo 13 compleanno (portata a santa cristina nella macchina dei nonni..accidenti quanto tempo fa....), poi quella a riccione (la qui citata) e anche quella a ortisei per le nostre colazioni energetiche pre sciistiche!ah che meraviglia la tenerina!ma la sacher te la farò presto!baci baci

    RispondiElimina
  3. ciaooo...ti ho aggiunta alla mia iniziativa..che bello,siamo cotanee!!!!peccato che abitiamo un pòlontano eheh....non ti perdo di vista...in bocca a lupo per tutto

    RispondiElimina